DAVID CHIPPERFIELD

DAVID CHIPPERFIELD

Sir David Chipperfield CBE, RA, RDI, RIBA

Inglese, nato a Londra nel 1953. David Chipperfield fonda la David Chipperfield Architects nel 1985, oggi ha uffici a Londra, Berlino, Milano, Shanghai. Ha insegnato e tenuto conferenze in tutto il mondo presso Scuole di Architettura in Europa e negli Stati Uniti. Nel 2011 è stato Norman R. Foster Visiting Professor di Architectural Design presso l’Università di Yale. Nel 2012 ha curato la 13esima Mostra Internazionale di Architettura di La Biennale di Venezia. 

È Membro Onorario sia dell’American Institute of Architects sia del Bund Deutscher Architekten, vincitore del Premio Andrea Palladio, della Medaglia d’Oro Heinrich Tessenow, del Wolf Foundation Prize nelle Arti e del Grand DAI (Verband Deutscher Architekten- und Ingenieurvereine) Award per Edifici Culturali. David Chipperfield è stato nominato Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico nel 2004, Royal Designer for Industry nel 2006 ed eletto alla Royal Academy nel 2008. Nel 2009 è stato insignito dell’Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca e nel 2010 è stato nominato Cavaliere per l’Architettura nel Regno Unito e in Germania. Nel 2011 ha ricevuto la Medaglia d’Oro Reale RIBA per l’architettura e nel 2013 il Premio Imperiale della Japan Art Association, entrambi riconoscimenti alla carriera.


WALKING THROUGH WHITENESS


Sviluppata da David Chipperfield Architects Milano nell’ambito del ‘White in the City: White Architecture Design Week 2017’ a cura di Giulio Cappellini presso il Cortile d’Onore di Palazzo Brera a Milano, l’installazione unisce le qualità essenziali del Bianco – natura, scienza e simbolismo – in una unica esperienza.

Un Cubo Bianco racchiude uno Spazio Bianco dove le qualità del Bianco, colore acromatico di massima lucentezza e chiarezza, possono essere esplorate. Esternamente, il Cubo Bianco dal lato che misura 2,5 m ed è composto da lunghe travi in Gesso Bianco. Queste travi in Gesso Bianco, primo dei tre Componenti Bianchi, prodotte dal Laboratorio Morseletto sono assemblate per formare i corsi orizzontali dell’installazione. Internamente, le superfici dello Spazio Bianco si uniscono senza soluzione di continuità, creando un Candore tridimensionale dissolvendo ogni senso di materialità.

Il secondo Componente Bianco, il Sale Bianco, copre il pavimento. Questo elemento minerale cristallino, simbolo duraturo di vita e di purificazione, si accumula dal perimetro quadrato del pavimento dello Spazio Bianco in un tumulo centrale rotondo, similarmente ad un cono naturale di Sale Bianco. Il terzo Componente Bianco, un raggio di Luce Bianca LED di 5000 gradi Kelvin, penetra attraverso un piccolo foro nel soffitto. 

Realizzata da Viabizzuno, una delle Luci più Bianche esistenti, illumina il cono di cristalli di Sale Bianco il quale riflette la Luce Bianca sulle superfici circostanti in Gesso Bianco, generando un gioco di riferimenti Bianchi: saturo/insaturo, chiaro/scuro, liscio/ruvido, opaco/lucido - che insieme contribuiscono alla percezione dello spazio metafisico.