STEFANO BOERI

STEFANO BOERI

Stefano Boeri Architetti, Boeri Studio fino al 2008, con sede a Milano ed uffici a Shanghai e Tirana, si occupa dal 1993 di ricerca e pratica di architettura ed urbanistica. Oltre 20 anni di esperienza hanno permesso allo studio di sviluppare un know-how nello sviluppo di progetti sostenibili a diverse scale, dalle unità di social housing alle strategie urbane in intere regioni e città.
Lo studio porta avanti progetti di rigenerazione strategica in luoghi complessi, supportando e valorizzando le sinergie tra i diversi stakeholders, pubblici e privati. Nel processo di progettazione Stefano Boeri Architetti collabora con un’ampia rete di figure professionali, dai consulenti di ingegneria agli architetti paesaggisti, fino agli esperti di scienze sociali: un dialogo che permette di delineare soluzioni specifiche per un’ampia varietà di contesti territoriali e socio-economici.
Lo studio ha ricevuto diversi premi a livello internazionale, che attestano il riconoscimento delle sue attività da parte della comunità mondiale dell’architettura. Il Bosco Verticale è stato premiato come Miglior Edificio Alto del Mondo dal CTBUH (Chicago) e ha ricevuto il Premio per il Migliore Grattacielo da DAM (Francoforte).

URBAN HUGS | UN RECINTO PER ABBRACCIARSI

URBAN HUGS è uno spazio per abbracciarsi. Per staccare per pochi secondi le reti delle interazioni sociali e abbracciarsi. Per abbandonare per qualche secondo la solitudine metropolitana e abbracciare qualcuno: un amico, uno sconosciuto, un amore, un amante, un figlio, una nonna, il fioraio, la barista, la capoufficio, il Ghisa. URBAN HUGS è una declinazione di Radura dove stringersi, accompagnati dal violoncello di Piero Salvatori (brano “Visioni” tratto dall’album “Flyaway” - Sony Music), in un abbraccio liberatorio.
Un recinto per abbracciarsi protetti dal traffico, ma non esclusi dalla vita urbana, grazie ai fusti dei boschi del Friuli. Una micro-architettura, realizzata totalmente in legno, che definisce il limite fisico dove potersi fermare e isolare dai ritmi della quotidianità.
URBAN HUGS è composta da 95 cilindri di legno di 5 m di altezza, che costituiscono il perimetro di uno spazio allo stesso tempo permeabile e intimo. Le colonne sono ancorate al suolo grazie ad una pedana in legno circolare, con un diametro esterno di 2,2 metri ed uno interno di 1 metro. Uno spazio per due. URBAN HUGS è l’idea di uno spazio dove fermarsi. Un luogo tranquillo. È il progetto di uno spazio aperto e permeabile. Un luogo da vivere. È un dispositivo per diluire l’intensità dei flussi e degli spostamenti. Un luogo per il benessere. È uno spazio intimo dove potersi incontrare. Un luogo da abitare. È l’esperienza di un’atmosfera sonora in contrappunto con il contesto. Un luogo da contemplare. URBAN HUGS è uno spazio per essere vicini. Un recinto per abbracciarsi.