white architecture

White Architecture

Pinacoteca di Brera

Da sempre il bianco è stato il colore dominante nell'architettura, dagli antichi templi che ancora oggi ci raccontano il passato sino alle più moderne e avveniristiche architetture di spazi pubblici e privati.

Il bianco, essenza della sintesi cromatica, enfatizza al massimo le forme architettoniche.

Nel cortile d'onore della Pinacoteca di Brera, Giulio Cappellini ha realizzato due istallazioni architettoniche speculari che riprendevano in chiave inedita e contemporanea la forte presenza dell'edificio stesso.

Textures e materiali diversi che hanno permesso di creare un gioco di chiari/scuri. Un'istallazione in bilico tra il materiale e l'immateriale con sofisticate suggestioni ottenute con le più moderne tecnologie.

Nell'area circostante, alcuni dei più significativi architetti contemporanei hanno realizzato delle micro-architetture legate al bianco sempre caratterizzato da materiali differenti di Bianco Oikos.

Hanno collaborato alla realizzazione delle installazioni di White Architecture le seguenti aziende: Bolon, Cappellini Studio, Euromobil Cucine, Sensitive Fabrics, Glasbilt, Fiandre Architectural Surfaces, Helios Automazioni, Italserramenti, Modular, Punto Scale, Resstende, Saviola, Viabizzuno.


FOTO 2

GIULIO CAPPELLINI

FOTO 3

STUDIO ZAHA HADID - PATRICK SCHUMACHER

FOTO 3

PATRICIA URQUIOLA

FOTO 3

MARCO PIVA

FOTO 3

STEFANO BOERI

FOTO 1

DANIEL LIBESKIND

FOTO 2

AIRES MATEUS ASSOCIADOS

FOTO 3

DAVID CHIPPERFIELD